Corsi di aggiornamento professionale

Deducibili le spese per la formazione al 50%

Elenco dei corsi già programmati

FIRE per la formazione

La formazione FIRE ha l’obiettivo di agevolare un’ampia diffusione della cultura energetica su tutto il territorio nazionale, proponendo ai suoi interlocutori una chiave per accedere con maggiore preparazione e consapevolezza al mondo del lavoro.

I capisaldi della formazione di FIRE sono:

Oltre ai corsi già programmati, di cui nel seguito sono indicati data e sede, è possibile attivarne altri a richiesta, sia a favore di Associazioni, Ordini professionali ed Enti Locali, sia rivolti a grandi aziende che necessitino di formare il proprio personale assegnato alla gestione dell'energia. A tale proposito è possibile inviare una mail all'indirizzo fire@fire-italia.org.

I corsi in tal caso sono realizzati in base alle esigenze del richiedente ed ai suoi obiettivi. La durata può andare dalla mezza giornata, per quelli monotematici, a varie giornate nei casi in cui si richieda l'approfondimento di singoli temi o la trattazione di argomenti complessi.

Moduli predefiniti disponibili a richiesta per soci SE2, SE3, SE4

I soci categoria SE2, SE3, SE4 potranno concordare con la FIRE lo svolgimento di un corso a programma predefinito, a scelta fra quelli di seguito riportati:

I corsi hanno una durata di 6 ore e prevedono la partecipazione di un docente indicato dalla FIRE. Ad essi possono partecipare esclusivamente i dipendenti ed i collaboratori interni dell'aziende/ente associato alla Federazione, in un numero non superiore a 40 persone. La tariffa fissa per usufruirne è pari a 1.850 Euro + IVA, comprensiva di materiale didattico in formato pdf e attestato di partecipazione.

Corsi di aggiornamento per energy manager in collaborazione con l'ENEA

La FIRE collabora con l’'ENEA nella programmazione didattica e nell’'attività di docenza relativamente ai corsi di formazione e aggiornamento professionale per energy manager che l'’ENEA organizza sul territorio nazionale su indicazione della Legge 10/91 (art. n. 19).
Tali corsi hanno una durata standard di cinque giornate e trattano gli argomenti di interesse tipico per le attività degli energy manager. Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo http://timesheet.bologna.enea.it/corsi_energia.
Per fornire alle aziende alla ricerca di personale esperto e aggiornato sui temi energetici dei nominativi da contattare, è disponibile un elenco dei partecipanti ai corsi per Energy Manager ENEA-FIRE.

E' previsto uno sconto per i soci FIRE.

Corsi di formazione per Energy Manager e-Quem Blended

ISNOVA (Istituto per la Promozione dell’Innovazione Tecnologica) in collaborazione con ENEA e FIRE (Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia), partner nell’'ambito del progetto e-Quem e attivi per statuto nel settore dell’'efficienza energetica e delle fonti rinnovabili, organizzano un corso di formazione di 40 ore tenuto da docenti FIRE, ENEA e da altri esperti di provata esperienza nel settore dell’energia, che approfondisce, nell’'arco di cinque giornate, le tematiche sviluppate nei 10 moduli del corso on-line. Gli argomenti trattati saranno accompagnati da specifici Case Studies.

Per ulteriori informazioni si rimanda alla pagina dedicata del sito ISNOVA.

Il calendario dei corsi

Differenze fra i corsi per energy manager ed i corsi e-Quem

I corsi ENEA-FIRE per Energy Manager supportano i partecipanti a svolgere il ruolo di Responsabile nominato ai sensi dell'articolo 19 della Legge 10/91, mediante l'aggiornamento su legislazione e tecnologie, e offrono una formazione su temi specifici di energy management sia a chi è nominato, sia a chi intenda intraprendere tale attività ed abbia già delle competenze sul tema della gestione dell'energia. Si tratta fondamentalmente di corsi di aggiornamento.

I corsi e-Quem blended, legati al progetto e-Quem, presentano sia modalità di apprendimento on-line (formazione a distanza), sia in aula (formazione in presenza). Tali corsi sono dunque indicati per chi sia interessato ad apprendere le basi dell'energy management e del mercato dell'energia, anche nel caso in cui non abbia avuto una formazione scolastica ed universitaria in tale ambito. Il corso non è dunque pensato per chi voglia trattare i temi in modo specialistico, nel qual caso è più indicato il corso ENEA-FIRE per energy manager. L'intento dell'iniziativa è dunque fondamentalmente formativo.

L'attestazione rilasciata in questi corsi non ha la funzione di certificazione delle competenze. Chi fosse interessato a tale certificato, in base ad un'adeguata esperienza raccolta sul campo e documentabile, può fare riferimento al sito www.secem.eu.

Elenco dei corsi già programmati

Programma preliminare dei Corsi FIRE per l'anno 2013

  • Seminario Audit Energetico in Azienda - Giornata studio teorico/pratica - Pomezia, 11 luglio 2013
  • Seminario Audit Energetico in Azienda - Giornata studio teorico/pratica - Ancona, 28 maggio 2013
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Udine, 21-22 maggio 2013
  • Seminario "ESCo ed efficienza energetica: cogliere le opportunità nel mercato dell'energia" - Milano, 16 aprile 2013
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Milano, 20-21 marzo 2013
  • Seminario "Cogenerazione: nuove regole per il riconoscimento, l'allacciamento e gli incentivi" - Milano, 15 marzo 2013
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Roma, 19-20 febbraio 2013
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Milano, 30-31 gennaio 2013
  • Seminario "Cogenerazione: nuove regole per il riconoscimento, l'allacciamento e gli incentivi" - Bologna, 24 gennaio 2013

    Corsi FIRE 2012

  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Milano, 2-3 Febbraio 2012
  • Seminario "Cogenerazione: nuove regole per il riconoscimento, l'allacciamento e gli incentivi" - Milano, 8 marzo 2012
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Roma, 19-20 aprile 2012
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Bologna, 21-22 giugno 2012
  • Giornata studio teorico/pratica "Audit Energetico in Azienda" - Moncalieri (TO), 19 giugno 2012
  • Giornata studio teorico/pratica "Audit Energetico nel terziario" - Carugate (MI), 27 settembre 2012
  • Seminario "ESCo ed efficienza energetica: cogliere le opportunità nel mercato dell'energia" - Roma, 2 ottobre 2012
  • Seminario "La certificazione delle Esco secondo la norma UNI CEI 11352:2010" - Milano, 11 ottobre 2012 - In collaborazione con Agesi e Assoesco
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Napoli, 24-25 ottobre 2012
  • Seminario "La presentazione dei progetti per l'ottenimento di certificati bianchi" - Milano, 28-29 novembre 2012

    Corsi di formazione e aggiornamento professionale per Energy Manager ed Esperti in Gestione dell'Energia ENEA-FIRE 2013

    Corsi di formazione e aggiornamento professionale per Esperti nell'utilizzo razionale delle fonti energetiche ENEA-FIRE 2013



    Corsi di alta formazione per energy auditor ENFORCE

    Scarica la scheda d'iscrizione. Per ulteriori informazioni sui corsi ENFORCE cliccare qui.


    Deducibili le spese per la formazione al 50%

    Lo chiarisce una circolare dell’Agenzia dell’Entrate, la numero 35/E del 2012.
    Il professionista che affronta delle spese (iscrizione, viaggio, vitto e alloggio) per l’aggiornamento professionale e la formazione può detrarre il 50% dalla dichiarazione dei redditi. La circolare non specifica il tipo di corso da frequentare e la detrazione è valida anche per la formazione continua obbligatoria per gli iscritti agli albi professionali.

    La Circolare 20/09/2012 n.35/E al punto 2.1 recita:

    2.1 - Spese per la formazione professionale continua obbligatoria

    Domanda

    L’articolo 54, comma 5, del D.P.R. 22 dicembre 1986, n.917 (TUIR), dispone che “[...] le spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale, incluse quelle di viaggio e soggiorno, sono deducibili nella misura del 50 per cento del loro ammontare”, introducendo, di fatto, una presunzione legale di inerenza attenuata secondo cui una quota-parte di tali spese, forfetizzata nella misura del 50 per cento è da ritenersi sostenuta per finalità di carattere ludico o, comunque, extra-professionale. Si chiede se la predetta disposizione operi o se, invece, più coerentemente, non rilevi, con riferimento alle spese di pura partecipazione (quindi, con esclusione delle spese di vitto e alloggio) per la formazione continua obbligatoria che determinate categorie di soggetti (tipicamente, gli iscritti in albi professionali), per espressa previsione normativa e ordinamentale, sono obbligate a sostenere e in relazione alle quali pare fuor di dubbio un vincolo di inerenza pieno rispetto all’esercizio della propria attività professionale.

    Risposta

    Il comma 5 dell’articolo 54 del TUIR, prevede, fra l’altro, la deduzione dal reddito di lavoro autonomo, nel limite del 50 per cento, delle spese sostenute per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale, incluse quelle di viaggio e soggiorno. Si ritiene che detta disposizione, non operando alcuna distinzione circa la natura del corso, sia applicabile anche alle spese sostenute per la partecipazione alla formazione continua obbligatoria degli iscritti in albi professionali.

    Scarica la Circolare